Formas News

Informazioni istituzionali per i soci

PIERONI HANNELORE SAGL, LUGANO E PROGETTO TERAPIA ASSISTITA CON ANIMALI

Pieroni Hannelore Sagl è attiva dal 2004, in tutto il Sottoceneri, e si occupa di cure ed assistenza a domicilio, con lo scopo di dare un aiuto concreto all’utente per mantenere la propria autonomia a domicilio, diminuire la frequenza dei ricoveri e sostenere il paziente e la sua famiglia.

Azienda formatrice dal 2005, ha seguito i percorsi formativi di molti apprendisti oggi affermati professionisti sanitari. Attualmente vantiamo un team di 4 infermieri formatori che seguono 4 studenti OSS e una studentessa ACSS.

Gli apprendisti vengono seguiti a tu per tu durante tutto il percorso facendo esperienza della realtà domiciliare in cui verranno a conoscenza di ogni tipo di paziente; seguendo piani di cura personalizzati in base alla situazione.

Tra i vari progetti attivi abbiamo sviluppato la terapia assistita con animali, in cui un’équipe interprofessionale, composta da formatori, apprendisti e professionisti della terapia con animali cooperano per intervenire in maniera pro attiva sul benessere psico-sociale dei pazienti.

In questo progetto i nostri apprendisti riescono ad instaurare relazioni empatiche e di supporto a pazienti con isolamento sociale intervenendo su un aspetto fondamentale del benessere di ogni persona.

L'attività consiste in un'ora e mezza settimanale in cui vengono coinvolti 8-15 pazienti per due momenti di attività con animali di diverso tipo (cani, cavalli, pony, conigli, ecc.) seguiti da esperti nella gestione degli animali. Vi è poi un momento di ristoro in cui i pazienti fanno una piccola merenda dove colloquiano tra di loro o con gli operatore/apprendisti. Il tutto viene svolto in una fattoria di Carabbia con spazi coperti e non.

Nel progetto gli apprendisti sono coinvolti in tutte le fasi del percorso, che si articolano nel proporre l'attività ai pazienti direttamente a casa o telefonicamente, curandosi di valutare le capacità motorie per il trasferimento e le necessità alimentari legate a patologie o intolleranze. Alcuni di loro si occupano anche del trasporto degli utenti dal domicilio alla fattoria ed il ritorno.

Durante le attività collaborano con gli altri operatori per coinvolgere gli utenti ed aiutarli durante lo svolgimento delle stesse. Si occupano della preparazione degli alimenti e del riordino durante la merenda. Sotto supervisione eseguono la raccolta dei dati relativi all'efficacia della terapia assistita (che verranno poi elaborati in maniera scientifica per il progetto) e vengono coinvolti nelle riunioni di progetto per riportare le loro esperienze e ragionamenti volti al miglioramento dello stesso.

Infermieri formatori:

Aletti Marco

Pagnozzi Monica

RESOCONTO CERIMONIA FORMAS 2018

Alla presenza del Consigliere di Stato e Direttore del DECS Manuele Bertoli, del Presidente FORMAS Bruno Cariboni, dei rappresentanti delle Scuole, della DFP e del Comitato, si è tenuta mercoledì 12 settembre 2018, presso il Mercato coperto di Giubiasco, la cerimonia di consegna degli attestati federali di capacità e ertificati federali di formazione pratica dei 183 neo certificati OSS, OSA e ACSS. Hanno conseguito l'Attestato Federale di Capacità 75 operatrici/operatori sociosanitari; 12 operatrici/operatori socioassistenziali opzione specifica assistenza all'infanzia e 28 operatrici/operatori socioassistenziali opzione specifica assistenza alle persone con disabilità. Sono stati consegnati i certificati di formazione pratica a 68 addette/i alle cure sociosanitarie CPS e CPS-SSPSS.

Durante la cerimonia sono stati consegnati i premi ai migliori neo-certificati delle tre formazioni:

  • 1°Premio OSS, nota finale 5.6, signora Caroline Notari;
  • 1°Premio OSA assistenza alla persona con disabilità, nota finale 5.7, signor Yuri Monaco;
  • 1°Premio OSA assistenza all’infanzia, nota finale 5.4, signor Stefano Terzaghi;
  • 1°Premio ACSS Adulti, nota finale 5.7, signora Carolina Lopes Da Silva;
  • 1°Premio ACSS Giovani, nota finale 5.7, signora Stephanie Rolandi.

I premi sono stati offerti dalle seguenti associazioni di categoria: ADICASI, ACPT, ATAN, ATCA, ATIS, CONFERENZA SACD, EOC.

Inoltre, hanno contribuito alla realizzazione della manifestazioni i seguenti sponsor: Careum, Fondssocial, Città di Bellinzona, Banca Raiffeisen Giubiasco, Ernst Jost e Farmacia Pedrazzetti.

ALVAD - VACANZE INCLUSIVE

Esperienza di formazione e di vita per apprendisti ACSS e OSS con un gruppo di persone affette da SLA in vacanza nel Canton Ticino.

Da diversi anni, nel periodo estivo, il nostro servizio di assistenza e cura a domicilio ALVAD è coinvolto nella presa a carico delle cure di base e tecniche di un gruppo di persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (SLA).

Si tratta di una vacanza offerta dall’associazione ALS Verein Schweiz in collaborazione con ASLASI (Associazione Sclerosi Laterale Amiotrofica della Svizzera Italiana), che permette alle persone colpite da questa insidiosa malattia neurologica degenerativa di trascorrere, accompagnati dai propri cari o da soli, un soggiorno nel Locarnese. Generalmente gli utenti arrivano da tutti i cantoni del nostro paese verso la metà di agosto, per una durata di otto giorni.

A dipendenza della gravità o dello stadio della malattia e, in primis, anche dei loro desideri, hanno la possibilità di soggiornare in albergo oppure presso la Clinica Santa Chiara, dove vengono riservate delle camere in un piano dedicato momentaneamente a quello scopo.

Questa esperienza, oltre ad essere estremamente arricchente dal punto di vista umano e relazionale, ci porta ogni anno a superare nuove sfide per permettere ai nostri ospiti di soggiornare in Ticino nel migliore dei modi, e di poter partecipare il più possibile alle gite e ai momenti di condivisione organizzati dalle associazioni.

Dal 2016 ALVAD ha pensato di coinvolgere gli apprendisti per condividere questa esperienza diversa dal contesto di lavoro abituale a domicilio, per permettergli di confrontarsi con situazioni di cura complesse alle quali spesso è aggiunta una difficoltà di comunicazione causata dalla malattia e dalla lingua.

Prima che inizi la “settimana SLA” i tirocinanti devono preparare una piccola relazione contenente una descrizione della patologia, i principali segni e sintomi, eziologia, prognosi, terapia e una riflessione su quali potrebbero essere le principali difficoltà legate alla presa a carico di questi utenti e come potranno soddisfare i loro principali bisogni con le competenze in loro possesso.

Generalmente si dà poi avvio alla vacanza con un aperitivo conoscitivo durante il quale gli utenti vengono a contatto con le loro persone di riferimento.

Nel corso di questa settimana gli apprendisti sono sempre affiancati da collaboratori formati e da subito cominciano ad avvicinarsi agli utenti per aiutarli nelle attività di vita quotidiana. Lo stretto contatto professionale ed emotivo solitamente acuisce lo spirito di appartenenza a un team, ma non è l’unica relazione che si instaura. Infatti gli utenti, nonostante le avversità e la malattia gravemente invalidante che in alcuni casi li rende completamente dipendenti da terzi, affrontano la vita con grande coraggio e allegria ed è spesso palpabile l’empatia che si crea nei loro confronti.

Molte sono le loro testimonianze di gratitudine provenienti da utenti e collaboratori, e come conseguenza della passione per il lavoro svolto, il coinvolgimento di tutti va spesso oltre l’orario di lavoro.

Al termine della settimana viene infine chiesto agli apprendisti di redigere una relazione in merito all’esperienza vissuta, nello specifico cosa ha portato e cosa si potrebbe migliorare.

Per concludere condividiamo due brevi estratti dallo scritto di due apprendisti che hanno condiviso questo momento.

“…La settimana trascorsa in particolare con il signor R è stata fantastica, arricchente dal punto di vista umano. Loro hanno una forza incredibile e ci trasmettono “qualcosa” difficile da spiegare ma che fa star bene e ci fa apprezzare il magnifico lavoro che noi svolgiamo…”

  1. R. apprendista 1 anno OSS

“…pensavo di non riuscire ad instaurare un buon rapporto con la signora S. perché afasica e scriveva solo in tedesco, poi con i giorni ho imparato a capire anche senza usare le parole e questo mi ha fatto un grandissimo piacere…”

A.H apprendista OSS 1 anno

 

Locarno, Monica Willimann Fornera, Resp. formazione apprendisti ALVAD

STAGE SETTORE ACUTO

Oramai una consuetudine, lo stage nel settore acuto per gli apprendisti del secondo anno è stato anche quest’anno un successo di adesioni e di soddisfazione da parte di chi vi ha partecipato. Questa preziosa esperienza è sempre più apprezzata sia dalle strutture che dagli apprendisti.

La distribuzione geografica del nostro cantone crea tuttavia, a volte, delle difficoltà nello spostarsi e alcuni apprendisti hanno dovuto rinunciare per difficoltà oggettive legate ai trasporti. Come ogni anno, poi, delle bocciature inaspettate hanno obbligato all’abbandono.

Ma vediamo qualche cifra:

Posti a disposizione 2018

46

Posti occupati

40

Rinunce

6

Per l’anno prossimo si aggiunge all’offerta una nuova struttura, la Clinica S. Chiara di Locarno, che ringraziamo caldamente, la quale metterà a disposizione 4 posti stage.

Da parte sua l’EOC conferma per il 2019 un totale di 49 disponibilità nelle sue varie sedi.

AGGIORNAMENTO STATO DEI LAVORI ORDINANZA OSA

Come vi avevamo segnalato precedentemente, inizialmente era stato deciso di progettare la formazione nella sua nuova veste con argomenti centrali. In seguito è stata presentata domanda di riesame per il mantenimento degli indirizzi esistenti, ragion per cui il progetto ha subito ritardi. Il Comitato ha approvato la richiesta. In seguito si sono tenuti colloqui chiarificatori con la SEFRI. Nell’estate 2017, infine, SAVOIRSOCIAL ha ottenuto l’approvazione per il mantenimento dell’organizzazione attuale della formazione, e in seguito sono dunque ripresi i lavori di progetto. Per ottimizzare i processi è stato istituito un team centrale, garantendo così la collaborazione più diretta delle associazioni di categoria ai lavori di revisione. In  quattro sottogruppi di lavoro sono stati elaborati il Piano di formazione, la tavola delle lezioni e la ripartizione dei corsi interaziendali sugli anni di formazione.

Entro fine anno si conclude l’indagine conoscitiva interna, con relativa revisione dell’Ordinanza e del Piano di formazione, da parte di FORMAS in collaborazione con la DFP e le scuole professionali CPS-Giubiasco e CPS-Mendrisio.

La messa in vigore della revisione avrà luogo il primo gennaio 2021.

La formazione professionale di base rivista sarà avviata con l’anno scolastico 2021/22.

POMERIGGI DI STUDIO CONGIUNTI (MONDO SANITARIO - MONDO SOCIALE)

Vi è una importante novità riguardo i pomeriggi di studio!

Sino ad ora le collaborazioni con i vari Enti erano differenziate tra mondo sociale e mondo sanitario.

A partire dal pomeriggio di studio svoltosi presso la sala Aragonite di Manno il 15 novembre 2018, dal titolo: Le direttive anticipate e l’etica della cura, nelle pratiche quotidiane, i gruppi di lavoro di entrambi i settori hanno deciso di congiungersi, di “unire le forze” e di proporre pomeriggi di studio congiunti per il personale di cura che lavora in contesti socio-sanitari, con uno sguardo sempre attento e mirato alle esigenze dei nostri principali interlocutori.

SAVE THE DATE per il prossimo pomeriggio di studio mondo sanitario e sociale congiunto:

Martedì 9 aprile 2019 (seguiranno indicazioni precise)

FORMAZIONE CONTINUA / POMERIGGI DI STUDIO

La formazione continua FORMAS in questi anni si sta affermando con dei feedback estremamente positivi che ci permettono di continuare sul solco già tracciato con rinnovato entusiasmo.

Vi invitiamo a consigliare ed a pubblicizzare i corsi di formazione continua FORMAS all’interno delle vostre aziende!

Il 2018 ha visto la realizzazione di un pomeriggio di studio per il mondo sanitario: Il rischio della deumanizzazione nei processi di cura: prevenzione e rimedi possibili, tenutasi il 16 aprile 2018, a cui hanno partecipato 49 persone, che hanno espresso soddisfazione ed interesse verso la non facile tematica proposta con competenza e sensibilità.

FORMAZIONE DI BASE

Anche quest’anno i corsi interaziendali per l’anno scolastico 2018-19 sono iniziati per gli OSS e gli ACSS il

1° di ottobre. Per gli OSA, invece, prenderanno il via a gennaio 2019.

Il numero di apprendisti ed il rispettivo numero di classi è il seguente:

OSS – OSA – ACSS 

 

A

B

C

D

E

F

Tot. Apprendisti

Giornate corsi CI

1°OSS

20

19

21

20

20

20

120

15

2°OSS

21

22

22

21

21

 

107

15

3°OSS

16

18

14

15

   

63

4

1°OSA

24

24

       

48

11

2°OSA

18

16

       

34

14.5

3°OSA

16

12

       

28

7

1°ACSS

13

13

13

13

13

13

78

16

1°ACSS J

9

9

9

     

27

16

2°ACSS

11

12

12

12

12

 

59

8

2°ACSS J

9

11

       

20

8

 

584

114.5

I formatori impegnati nei corsi interaziendali 2017-18 sono, in totale, 121.

Anche quest’anno, nell’organico dei formatori FORMAS si sono aggiunti nuovi formatori, tutti professionisti attivi nel mondo del lavoro.

Importante novità di quest’anno sono stati i “coordinamenti pedagogico-didattici allargati” con la presenza dei formatori dei corsi interaziendali di OSS, OSA e ACSS suddivisi per anno di formazione.

Sono stati momenti di condivisione, di co-costruzione, di scambio e di conoscenza reciproca che hanno permesso di conoscere meglio il percorso curricolare degli apprendisti, l’offerta formativa con la progressione tassonomica delle diverse competenze da acquisire ed il profilo professionale dell’OSS, OSA e ACSS.

Fondamentale e basilare risulta sempre essere per FORMAS la collaborazione con le aziende, alla ricerca dell’eccellenza e delle novità, attraverso formatori che siano lavoratori aggiornati e motivati.

Ricordiamo che vi è la possibilità di assistere ai corsi interaziendali FORMAS in qualità di auditori, previo annuncio in segreteria.

NUOVO SITO di Gionata Bernasconi

Il signor Gionata Bernasconi collabora con la Fondazione ARES (Autismo Risorse E Sviluppo) e con scuole sociosanitarie su temi quali la creatività in ambito educativo e ha il piacere di condividere con voi la novità del suo NUOVO SITO: www.gionatabernasconi.ch/

Speriamo abbiate piacere nel navigare e condividerlo con chi ritenete interessato.

Grazie per l'attenzione!

 

CERIMONIA CONSEGNA ATTESTATI FEDERALI DI CAPACITÀ E CERTIFICATI DI FORMAZIONE PRATICA OSS, OSA E ACSS del 12.09.2018

Alla presenza del Consigliere di Stato e Direttore del DECS Manuele Bertoli, del Presidente FORMAS Bruno Cariboni, rappresentanti delle Scuole, DFP e Comitato si è tenuta mercoledì 12 settembre 2018, presso il Mercato coperto di Giubiasco, la cerimonia di consegna degli attestati federali di capacità e certificati federali di formazione pratica dei 183 neo certificati OSS, OSA e ACSS. Hanno conseguito l'Attestato Federale di Capacità 75 operatrici/operatori sociosanitari; 12 operatrici/operatori socioassistenziali opzione specifica assistenza all'infanzia, 28 operatrici/operatori socioassistenziali opzione specifica assistenza alle persone con disabilità. Sono stati consegnati i Certificati di formazione pratica e 68 addette/i alle cure sociosanitarie CPS e CPS-SSPSS.

Durante la cerimonia sono stati consegnati i premi ai migliori neo-certificati delle tre formazioni:

  • 1°Premio OSS nota finale 5.6 signora Caroline Notari;
  • 1°Premio OSA assistenza alla persona con disabilità nota finale 5.7 signor Yuri Monaco;
  • 1°Premio OSA assistenza all’infanzia nota finale 5.4 signor Stefano Terzaghi;
  • 1°Premio ACSS Adulti, nota finale 5.7 signora Carolina Lopes Da Silva;
  • 1°Premio ACSS Giovani, nota finale 5.7 signora Stephanie Rolandi.

I premi sono stati offerti dalle seguenti associazioni di categoria: ADICASI, ACPT, ATAN, ATCA, ATIS, CONFERENZA SACD, EOC

Inoltre, hanno contribuito alla realizzazione della manifestazioni i seguenti sponsor: Careum, Fondssocial, Città di Bellinzona, Banca Raiffeisen Giubiasco, Ernst Jost e Farmacia Pedrazzetti.

La FORMAS

Formazione

Materiale didattico

Aree riservate