• Continua

Formazione continua

L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica la formazione continua come quel processo educativo che una persona intraprende al termine della formazione di base, al fine di migliorare le proprie conoscenze e competenze. Un imperativo morale che vincola ogni professionista e si sviluppa per tutto l’arco della vita.
Il processo di acquisizione di nuove competenze e di nuovi saperi, per i diversi professionisti, porta alla padronanza delle proprie competenze e al cambiamento all’interno delle aziende.

In quest’ottica FORMAS è cosciente di utilizzare uno strumento che ha come obiettivo l’arricchimento del “capitale umano” che opera nelle aziende del Cantone.

La formazione continua, così intesa, rappresenta una responsabilità che sottintende un aggiornamento continuo delle proprie competenze professionali, umane, etiche e giuridiche.

Alla luce della rapida evoluzione, della complessità del mondo del lavoro di questi ultimi anni e del ritmo crescente dei cambiamenti intercorsi, le figure professionali dell’operatrice/tore sociosanitaria/o (in seguito OSS), dell’operatrice/tore socioassistenziale (in seguito OSA) e dell’addetta/o alle cure sociosanitarie (in seguito ACSS) stanno conoscendo uno sviluppo della loro presenza ed importanza funzionale all’interno di équipe pluridisciplinari che ruotano attorno all’assistenza e cura della persona.

I motivi sono da ricercarsi nei cambiamenti che inducono ad una necessità per una presa a carico dell’utente complessa e sovente prolungata nel tempo, in istituto o a domicilio.

Tali continue trasformazioni impongono molteplici innovazioni dei processi formativi delle figure professionali in questione, alle quali sono richieste sempre maggiori competenze di tipo relazionale, assistenziale ed operativo.

La formazione continua è riconosciuta da tempo da tutti i professionisti della salute come un’esigenza obbligata e fondamentale per stare al passo con l’evoluzione delle conoscenze teoriche, pratiche e specifiche ed è basilare per rinsaldare la motivazione iniziale.

FORMAS, anche per il settore della Formazione continua, si basa sulla Carta Valori elaborata ed approvata nel maggio 2014. Dalla Carta Valori si evince l’importanza che FORMAS pone alla centralità della persona, sia essa in formazione, curante o beneficiaria di cure. Questa centralità va a permeare il pensiero e l’agire professionale.

Sul territorio ticinese sono diverse le proposte di formazione continua per il settore sociosanitario. FORMAS intende offrire dei corsi “su misura”, che rispondano in modo attento alle necessità formative degli operatori OSS, OSA e ACSS.
FORMAS vuole anche rispondere alle richieste espresse dalle aziende tenendo in considerazione i diversi curriculi già esistenti in un’ottica di permeabilità delle formazioni in campo sociosanitario.
I corsi FORMAS si propongono di presentare dei temi attuali e innovativi per tutti i settori.
In particolare, per il settore dell’infanzia si adotta, quale quadro di riferimento specifico, il “quadro d’orientamento per la formazione, l’educazione e l’accoglienza della Prima Infanzia in Svizzera” – Commissione Svizzera per l’UNESCO (11.2012) e il documento “Per un’accoglienza di qualità - guida pratica ad uso delle strutture della prima infanzia” – (DSS-UFaG Repubblica e Cantone Ticino 06.2014).

Da quest’anno un’altra importante novità è la collaborazione di FORMAS con l’Associazione Emmi Pikler-Lóczy Svizzera e l’Associazione Amici di Elinor Goldschmied per la realizzazione di pomeriggi di studio. L’intento di FORMAS è che si possa, con la qualità della propria offerta, interpretare i bisogni formativi ed adeguarne la risposta in modo creativo, competente ed efficace, per dare a tutte le persone le opportunità migliori di crescita professionale per essere protagonisti del proprio futuro!

FORMAS si pone l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per la formazione continua per tutte le persone operanti nel settore sociale e sanitario con una formazione di livello secondario II.

La FORMAS

Formazione

Aree riservate